Il cyberbullismo.

Il cyberbullismo.

Sempre con la Dottoressa Mio Lì Chiung abbiamo parlato del cyberbullismo e in cosa si differenzia dal bullismo.

Eccovi le schede riassuntive l’argomento in questione:

Scheda 1

Dei 207 episodi di violenza dichiarati l’anno scorso in ambito scolastico, il 40% ha detto di averne subìti anche online.
(Dati Indagine Eu Kids online)

Le percentuali di ragazzi e ragazze che vivono esperienze negative navigando in internet sono in aumento.

L’anno scorso il 13% dei ragazzi e ragazze è stato vittima di esperienze negative navigando su internet. Il 31% degli 1–17enni dichiara di aver visto on-line messaggio d’odio e commenti offensivi rivolti a singoli individui o gruppi di persone, attaccati per il colore della pelle, la nazionalità o la religione.
(Dati Open Your Wings)

Di fronte all’hate speech il sentimento più diffuso è la tristezza (52%), seguita da rabbia (36%), disprezzo (35%), vergogna (20%). Ma nel 58% dei casi gli intervistati ammettono di non aver fatto nulla per difendere le vittime.

Scheda 2

Utilizzare in modo consapevole i dispositivi.

Non minimizzare i segnali dei figli.

Per ottenere fiducia e confidenza non fare sentire i propri figli giudicati.

Avere una persona di riferimento a cui parlare.

Condividi sui social

Roberta Ferrari

Roberta Ferrari

Site Footer

Sliding Sidebar

Chi sono

Chi sono

Conduttrice, giornalista, autrice, laurea in psicologia. Amo mia figlia Iris, i miei affetti, gli animali, il mio lavoro.

Seguimi sui social

Facebook