L’autolesionismo. (Procurarsi appositamente del male fisico).

L’autolesionismo. (Procurarsi appositamente del male fisico).

È tornata a trovarci la dottoressa Dottoressa Ilaria Repossi, con cui parliamo di autolesionismo in adolescenza.
È un tema importante perché è molto più diffuso di quanto pensiamo e, purtroppo, non sono tanti i genitori che se ne rendono conto.
Qui sotto le schede che riassumono quanto trattato in puntata.

Scheda 1

L’autolesionismo negli adolescenti è un fenomeno molto diffuso che fa sì che si concentrino nel provocarsi del dolore fisico per non sentire quello emotivo.

Spostare l’attenzione sul dolore fisico, non permette loro di preoccuparsi del dolore emotivo, da cui però, nasce il problema.

Attraverso le ferite provocate al corpo si comunica quello che non si riesce a dire con le parole.

Tra gli adolescenti è molto diffusa questa pratica, maggiormente tra le ragazze (Il rapporto è di 9 a 1 secondo quanto dice State of Mind).
Non si riesce ad avere delle statistiche precise su questa diffusione.

Scheda 2

Il 20%. degli adolescenti si fa volontariamente del male fisico.

L’11,5% in maniera ripetitiva, soprattutto le femmine.

Dati Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza.

Scheda 3

L’autolesionismo è un comportamento che denota un grave malessere psicologico e non va mai sottovalutato.

Si instaura un circolo vizioso simile a quello della dipendenza, nel quale è fondamentale per uscirne l’aiuto di un esperto, e il percorso richiede tempo.

Occorre accompagnare il proprio figlio a comprendere che c’è una soluzione e che si deve e si può uscire da questo grave problema.

Condividi sui social

Roberta Ferrari

Roberta Ferrari

Site Footer

Sliding Sidebar

Chi sono

Chi sono

Conduttrice, giornalista, autrice, laurea in psicologia. Amo mia figlia Iris, i miei affetti, gli animali, il mio lavoro.

Seguimi sui social

Facebook